87 – Ralph Spaccatutto

ralph spaccatutto, walt disney, classici disney, rich moore, recensione, cine-tatuaggio, aspettaunmemento

Coloratissimo e tremendamente nostalgico, se all’inizio mi ha fatto un po’ alzare la guardia per timore di un plagio ben fatto del cugino PIXAR, mi ha fatto subito cedere.

Non ho seguito i classici che hanno seguìto Il pianeta del tesoro (eccetto Rapunzel), e avevo paura che la magia che si celava nelle VHS della mia infanzia si fosse spenta per sempre.

Non ho cambiato completamente idea, e probabilmente non potrò farlo mai, perché mi manca la materia prima, ovvero un’età ad una cifra, o comunque con un 1 nelle decine… però – c’è un però – questo film mi è piaciuto tantissimo e mi ha anche emozionato (bisogna ammetterlo).

Ringrazio tutti coloro che hanno commentato questo post, e che mi hanno suggerito questo e altri film d’animazione da recuperare, per questo in particolare ringrazio Fausto.

Cine-tatuaggio: un gettone sulla fronte

p.s. sarò un po’ più prolisso del solito ma questo ve lo voglio spiegare: si tratta di un riferimento alla mia prima volta in una sala giochi: ero con un mio amico, si chiamava Mattia ed era più grande di me.

Non saprei spiegare il motivo ma quel Mattia ce l’aveva con un bambino più grande di lui, ed essendo Mattia più grande di me, questo qui era molto più grande di me.

Dall’alto dei suoi 100 centimetri (in realtà non ho idea di quanto siano alti i bambini) Mattia gridò al ceffo  (beh, essendo io a raccontare la storia l’altro bambino grande deve essere per forza un cattivo bambino ) dicevo, Mattia gridò al ceffo – Ehi, faccia di maiale! – e coi suoi trenta centimetri in più il ceffo ci fece ombra con fare minaccioso – cosa hai detto?-.

Carico dei miei sogni di eroi coraggiosi e fortissimi mi riempii il petto e dall’alto dei miei 80 cm (avevo dato un’altezza a tutti, non mi andava di rimanerne senza!) gridai a pieni polmoni – HA DETTO FACCIA DI MAIALE!-.

Quel giorno scoprii il mio primo joystick, fu un’analisi ravvicinata e ripetuta.

Da allora ho l’immagine fissa in testa!

Sto scrivendo l’articolo il 2 Dicembre, ma dovendolo programmare per il 31 e avendo scritto il post più lungo di questo blog, a questo punto ho fatto trenta, faccio trentuno (uccidetemi per questa freddura) e auguro a tutti un 2015… un 2015… non lo so, un 2015 come preferite!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...