102 – Brazil

brazil, terry gilliam, robert de niro, jonathan pryce, tatuaggio, recenisone, aspettaunmemento

Un espressività onirica che solletica nel profondo, stupisce e sconvolge con le sue immagini e con i suoi simboli, trasporta in un mondo parallelo fatto di riferimenti al reale e critica senza bisogno di troppe parole.
Brazil è un vero capolavoro del cinema, Gilliam ha reinterpretato uno dei miei romanzi preferiti dando alla luce un progetto immenso che comunica in ogni suo particolare ma che al contempo resta profetico, lasciando un velo di nebbia nella mente di chi ha assistito, nebbia che necessita del suo tempo per diradarsi.

Immagino sia come una poesia: quando la si legge la prima volta ne cogli la bellezza ma – pur comprendendo l’ambito di cui tratta – non riesce mai ad arrivare tutta, ma necessita di più di una lettura per comprenderla al meglio… credo che lo riguarderò al più presto.

Cine-tatuaggio : delle ali spezzate sulla schiena.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...