107 – Il cacciatore

il cacciatore, michael cimino, robert de niro, roulette russa, vietnam, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Una denuncia evidente alla guerra, una denuncia reale che parla con le immagini e che rifiuta ogni tipo di distrazione: non c’è spazio per sparatorie o per scene di assalti, il protagonista è l’uomo e l’orrore a cui è chiamato ad assistere, il fato è un proiettile inserito in un tamburo; il nemico non è colui che è seduto di fronte, vittima della stessa sorte, ma chi pone la pistola, mentre tutti gli altri scommettono sulla vita.

Chi parte, chi resta, le loro emozioni sono rappresentate in maniera credibile oltremodo da un cast eccezionale.

Cine-tatuaggio: una circonferenza intorno a questo tatuaggio

Ringrazio Francesco Stabe che moltissimo tempo fa me lo consigliò in un post in cui si discuteva di film sulla guerra in Vietnam (per mia fortuna segno tutto, altrimenti chissà quando lo avrei recuperato).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...