115 – Casablanca

Casablanca, Michael Curtiz,Hunphrey Bogart, Ingrid Bergman, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Le emozioni che vengono proposte hanno tanti amplificatori: sono esse stesse più forti del normale, sono incastrate le une con le altre, sono inserite in un contesto storico carico di intensità e, soprattutto, sono mostrate attraverso il media cinematografico con una pellicola di raro splendore.

Ho provato sinceramente a godermi il film in ogni suo particolare, ma questa prima visione non ha permesso altro che un’immersione totale nei fatti raccontati.
È indelebile, e considerate le citazioni di cui ha riempito il Cinema successivo credo che faticherò a dimenticare come al solito… in ogni caso:
Cine-tatuaggio: un pianoforte dietro il braccio (non c’è ancora nessun tatuaggio lì, e visto che non mi occorre vedere questo per ricordarmi del film pensavo di approfittarne per cominciare a ricoprire le parti che mancano!)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...