140 – Kingsman – secret service

kingsman, mattew vaugh, colin firth, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Ha carattere da vendere, non ha paura di giocare rispettando le regole e regala un film di spionaggio moderno che fa la sua figura ma che al tempo stesso gioca col genere e non si prende troppo sul serio.

Mi ha divertito e appassionato con una comicità poco comune e con una trama che apparentemente dà l’impressione di essere più semplice di quella che è.

Non vedo l’ora di completare la saga 007 per poterlo confrontare con gli ultimi film di Bond.

Cine-tatuaggio: un fuoco d’artificio dietro l’orecchio destro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...