153 – Ex Machina

ex machina, alex garland, alicia vikander, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Dopo un film del genere ci vuole un’auto-analisi: ho avuto fin dall’inizio il sentore di thriller, e per paura di essere preso in giro da un finale a sorpresa, ne ho immaginati tantissimi, uno più assurdo dell’altro.

Il risultato finale è che mi sarei potuto godere maggiormente il film, perché alla fine il suo obiettivo era completamente differente!

Auto-analisi a parte, il film mi è piaciuto tantissimo per i temi proposti (e non penso solo al tema dell’ I.A.), ma non si possono negare la spettacolarità degli effetti speciali (qui la computer grafica rasenta la perfezione) e le ambientazioni, elementi che creano un contesto reale e allo stesso tempo fantascientifico.

Cine-tatuaggio: un taglio sull’avambraccio sinistro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...