167 – I giorni del cielo

terrence malick, richard gere, i giorni del cielo, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Un film delicato e naturale in cui l’essenza sovrasta la trama, le immagini colpiscono con dei colori incredibili e le musiche ti conquistano.

L’attenzione ai particolari in ogni scena mi ha fatto sentire immerso nel contesto, come un albero in un campo, e  da lì assistevo quasi non curante alle vicende dei protagonisti mentre si svolgevano intorno a me.

L’ho trovato incredibilmente metafisico, e per i discorsi interiori del personaggio di Linda, e per i silenzi che lasciano spazio alla natura di recitare e meravigliare con l’immensità del semplice.

Cine-tatuaggio: una spiga di grano piegata sotto il peso di una cavalletta sul petto a sinistra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...