178 – Vizio di forma

vizio di forma, paul anderson, joaquin phoenix, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Ciò che mi ha affascinato fin da subito è l’atmosfera offerta dalla fotografia capace di somministrare una gamma di colori (assolutamente coerenti con quelli proposti nella locandina) che suggeriscono una psichedelia non tradizionale, come d’altronde non tradizionale è l’intera narrazione che cerca disperatamente di accostare un’indagine ad un personaggio totalmente fuori luogo (interpretato da un quanto mai immenso Joaquin Phoenix).

Il film si fa strada con lentezza e nonchalance, e chi entra nel suo meccanismo si diverte non poco a lasciarlo fare, per vedere dove vuole andare.

Per citare qualcuno: “Vizio di forma è Il grande Lebowski che si incula Paura e delirio a Las Vegas“; forse un po’ esplicito, ma assolutamente vero!

Cine-tatuaggio:un volante sul collo, a destra.

131 – 21 grammi

21 grammi, Alejandro González Iñárritu, sean penn, naomi watts, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Se per la sensazione di apnea Birdman somiglia ad un’immersione profonda, 21 grammi è un nuotare disperato verso la salvezza, una serie di puzzle differenti con elementi simili che si compongono contemporaneamente rilasciando lentamente intravedere ciò che rappresentano.

L’essere esonerati dal tempo fa sì che gli occhi di chi guarda siano gli stessi di una creatura divina che osserva dall’alto, o almeno è la sensazione che ho provato, sensazione che si è delineata anche grazie alla presentazione dei personaggi che – nel momento della tragedia – li sveste di tutto non permettendo ad alcun giudizio di essere emesso.

Cine-tatuaggio: Una cicatrice sullo sterno.

Ringrazio di cuore Alessandra per avermelo consigliato.

105 – Guardiani della galassia

guardiani della galassia, marvel, disney, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Avevo delle aspettative molto alte per questo film e sono sorpreso di non essere stato deluso.

Il comparto tecnico è fenomenale, scenografie e oggetti sono curatissimi e con un design interessantissimo.

Inoltre trovo che l’aver scelto un gruppo di supereroi praticamente sconosciuto abbia contribuito non poco nel suscitare interesse.

In linea di massima, secondo i canoni di un cine-fumetto Marvel,  direi che possiede tutte le qualità per mantenere la notorietà che si è guadagnato, da parte mia è approvato.

Cine-tatuaggio : Un walkman all’altezza della cintura.