157 – Cronos

cronos, guillermo del toro, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

C’è poco di molte cose differenti, è sorprendente notare come tutte riescano a stare bene amalgamate.

Questo rende la storia atipica ed originale, e nonostante non sia dotata di un ritmo serrato, riesce a tenere incollati allo schermo con un fascino misterioso.

Nel complesso si percepisce l’ingenuità di opera prima, e al contempo l’abilità del regista che vuole emergere.

Cine-tatuaggio: uno scarafaggio nella mano sinistra.

Annunci

E.9. Lo Hobbit

locandine trilogia, Peter Jackson, lo hobbit, la battaglia delle cinque armate, 5 armate, 5 eserciti, locandina
Alla chiusura di questa seconda trilogia sulla Terra di mezzo, che sembra richiamare il lavoro fatto con Star Wars in questioni cronologiche, i giudizi non sembrano discostarsi da quelli relativi ai primi tre episodi della saga di Lucas e sono tantissimi i fan che non hanno gradito le scelte di Jackson a proposito delle avventure di Bilbo.
Da appassionato, so bene che le edizioni estese dei film di PJ sono veri e propri film a parte, e che la cura che ci mette per ognuno di essi emerge nelle ore di making-off dei Dvd extra.
Consapevole di tutto ciò ho atteso di possedere i primi due capitoli estesi prima di dire la mia, e devo riconoscere che ho cambiato idea molte volte.
peter jackson, martin freeman, ian mckellen, bilbo, gandalf, un viaggio inaspettato, recensione
peter jackson, martin freeman, hobbit, desolazione di smaug, hobbit 2, recensione, tatuaggio
Peter Jackson, ian mckellen, gandalf, lo hobbit, la battaglia delle cinque armate, tatuaggio, recensione

12 – Il labirinto del fauno

il labirinto del fauno guillermo del toro

L’equilibrio di questo film mi ha affascinato enormemente.

Ho gradito particolarmente il montaggio (in particolare quello di molte scene nel bosco) che sottolineava in maniera magistrale il dualismo quasi impossibile dei generi Storico e fantastico.

Altro grande nome, quello di Del Toro, che si aggiunge ai grandi per fama che non avevo ancora visto all’opera (perdonatemi, sono soltanto un aspirante cinefilo!).

Ringrazio Stefano Girardi per il suo post che mi ha fatto tornare alla mente questo elemento della lista dei film da vedere che per cause sconosciute era scomparso.

Giudizio finale: mi tatuo uno spicchio di luna sulla spalla sinistra.