151 – La mosca

la mosca, david cronenberg, jeff  goldblum, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Inaspettatamente fluido e lineare riesce ad appassionare con una storia non troppo complessa ma con tutti gli elementi al posto giusto.

Più guardo film di Cronenberg più mi convinco che il passaggio alla CGI abbia mutilato il cinema; ciononostante la scena che maggiormente mi ha impressionato è stata la camminata sulle pareti (in qualche modo mi ha fatto pensare a 2001 Odissea nello spazio).

Credo che il tema della metamorfosi sia stato centrato in pieno.

Cine-tatuaggio: Una mosca sulla scapola destra.

Annunci

45 – Le avventure acquatiche di Steve Zissou

wes andreson, tatuaggio, recensione, cinema, aspettaunmemento

Wes Anderson  gioca col cinema, lo svela, rende lo spettatore consapevole e non imita in nessun momento la vita reale.

Con questi presupposti crea ogni volta un qualcosa di incredibile e meraviglioso che riesce a tirar fuori sensazioni non chiare né definibili, spesso ossimòriche, come la leggerezza-profondità di molte scene.

Questo film rientra perfettamente nei canoni non convenzionali del regista e trasporta in un’avventura incredibile fatta di luoghi meravigliosi, personaggi stravaganti e a bordo della nave più bella che si possa immaginare per un’avventura di questo genere.

Prima del tatuaggio ci tenevo ad appuntare la cura maniacale dei particolari, la scelta dei colori e la colonna sonora (compreso il modo in cui viene proposta).

Giudizio finale: mi tatuo delle branchie sul collo.

17 – Grand Budapest Hotel

grand budapest hotel wes anderson

Non conoscevo Wes Anderson come regista, ora sento l’obbligo verso me stesso di recuperarne la filmografia.

Lo stile, il gusto, la poesia, la leggerezza, l’originalità, la raffinatezza.

Ognuno di questi elementi sovrasta l’altro in una sorta di Jenga che si eleva verso l’infinito e oltre.

Parole forse eccessive per un aspirante cinefilo che arriva al film in maniera quasi diretta senza aver consultato “fonti autorevoli”…

Ma come può non essere criticato positivamente Grand Budapest Hotel?!

Giudizio finale: mi tatuo due chiavi incrociate sul petto a sinistra.