194 – Non è un paese per vecchi

Javier Bardem in non è un paese per vecchi

Se l’obiettivo che i Coen si erano posti girando questo film era lasciare lo spettatore col morale a terra, nel mio caso ci sono davvero riusciti: il classico humor nero è flebile e diminuisce fino a sparire lasciando posto alla tensione. Continua a leggere

Annunci

178 – Vizio di forma

vizio di forma, paul anderson, joaquin phoenix, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Ciò che mi ha affascinato fin da subito è l’atmosfera offerta dalla fotografia capace di somministrare una gamma di colori (assolutamente coerenti con quelli proposti nella locandina) che suggeriscono una psichedelia non tradizionale, come d’altronde non tradizionale è l’intera narrazione che cerca disperatamente di accostare un’indagine ad un personaggio totalmente fuori luogo (interpretato da un quanto mai immenso Joaquin Phoenix).

Il film si fa strada con lentezza e nonchalance, e chi entra nel suo meccanismo si diverte non poco a lasciarlo fare, per vedere dove vuole andare.

Per citare qualcuno: “Vizio di forma è Il grande Lebowski che si incula Paura e delirio a Las Vegas“; forse un po’ esplicito, ma assolutamente vero!

Cine-tatuaggio:un volante sul collo, a destra.

152 – I Goonies

goonies, sean austin, steven spielberg, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Probabilmente sono vecchio dentro, ma non mi ha soddisfatto, e non so se il problema sia effettivamente averlo visto soltanto adesso o se sia nel film stesso!

Ammetto che le scenografie, le trappole e le invenzioni sono dosate male, e un bambino può andare facilmente in overdose di eccitazione, ma c’è da dire che tutto ha troppo poco senso!

Non voglio fare il guastafeste, ma questo tipo di film non credo combaci bene con il tipo di narrazione che utilizza: per i miei gusti ci sono troppi stereotipi, e i bambini immaginati come spettatori sono trattati come stupidi.

Cine-tatuaggio: un teschio sulla palpebra sinistra.

105 – Guardiani della galassia

guardiani della galassia, marvel, disney, recensione, tatuaggio, aspettaunmemento

Avevo delle aspettative molto alte per questo film e sono sorpreso di non essere stato deluso.

Il comparto tecnico è fenomenale, scenografie e oggetti sono curatissimi e con un design interessantissimo.

Inoltre trovo che l’aver scelto un gruppo di supereroi praticamente sconosciuto abbia contribuito non poco nel suscitare interesse.

In linea di massima, secondo i canoni di un cine-fumetto Marvel,  direi che possiede tutte le qualità per mantenere la notorietà che si è guadagnato, da parte mia è approvato.

Cine-tatuaggio : Un walkman all’altezza della cintura.